Palazzo del seminario

Il complesso monumentale di Palazzo del Seminario comprende il Palazzo Pretorio e quello del Podestà. Nella visita al Palazzo, si nota come la posizione dell’edificio sia ben integrata con la distribuzione urbana circostante. Il Palazzo all’origine possedeva due sottopassi con volte a crociera: il primo che ancora oggi si apre in via Morroni, mentre il secondo su via del Seminario è stato chiuso. Tra i due sottopassi è ancora presente la sala che un tempo era destinata alle assemblee della comunità. Lo spazio è sovrastato da un sistema a quattro crociere. Successivamente, a partire dal 1564, il Palazzo venne predisposto ad accogliere il Seminario Diocesano. L’opera di ristrutturazione è stata realizzata da Jacopo Barozzi da Vignola. Nella prima metà del 1600 lo stabile venne ampliato con la edificazione di una nuova ala che si apre su via Peschiera. Sul finire del Seicento vengono costruiti nuove stanze sopra l’arco, poi intitolato del Seminario, che sovrasta via Morrone. Dopo ulteriori ampliamenti tra il 1700 e il 1800, il complesso viene completamente

VISUALIZZA SU MAPPA