Santuario di Greccio

Uno dei quattro santuari eretti da Francesco nella Valle Santa è il Santuario Eremo di Greccio. Dista ca. 15 km da Rieti e si erge ad un’altitudine di 665 m.s.l.m nelle vicinanze del borgo medievale di Greccio ed affaccia sulla conca reatina.

Si dice che l’Eremo venne costruito proprio li per via del tizzone lanciato dal bambino che giunse fino alla parete rocciosa del monte di proprietà del feudatario di Greccio Giovanni Velita, colui il quale, nel 1223 convinse Francesco a realizzare una rievocazione vivente della nascita di Cristo nella notte di Natale. Da quel momento Greccio e il suo Santuario sono il paese del primo presepe nel mondo, successivamente gemellata con Betlemme.

Il santuario ha una pianta a croce latina, caratterizzato da una facciata laterale e da un’abside esagonale. Sul lato figurano monofore in stile gotico, mentre il campanile è a vela. All’interno si possono ammirare affreschi moderni e la cappella originale del santo scavata nella roccia.

La chiesa, invece, si trova più avanti attraversando la piazza. L’edificio si unisce al refettorio dei monaci, e si adagia sopra la roccia. La chiesa ha pianta a croce latina con un campanile a torre. Sotto la chiesa medievale si trova la cripta di San Francesco con una lunetta mostrante l’Allestimento del presepe, dipinto che risale al Duecento.

Orari e giorni di apertura:

Apertura: 8.30 – 12.30; 15.30 – 19.00
Visite guidate: chiedere ai frati

Sante Messe:
Domenica e Festivi (Chiesa grande): 10.30; 12.00; 17.00
Feriali (Grotta del Presepio): 8.00

Ingresso gratuito

VISUALIZZA SU MAPPA